Ispirazioni

Danno al Souper Dress Della Campbell (Ora Esposto Presso AXA ART Londra)

Fra il 1966 e il 1968 la Campbell’s Soup Company lanciò un’insolita promozione. Le clienti avevano la possibilità di acquistare un abito di carta chiamato Souper Dress, ispirato all’opera di Andy Warhol, al prezzo di un dollaro e due etichette di zuppe Campbell a scelta. L’abito evocava lo spirito dell’epoca e in particolare il movimento Pop Art, che fondeva l’arte con i materiali appartenenti alla vita urbana contemporanea. Per molte delle loro opere, artisti pop del calibro di Lichtenstein, Rosenquist e Warhol si ispiravano alla quotidianità, ai fumetti, ai cartelloni pubblicitari e alle pin-up protagoniste di tanti film. Warhol, le cui opere d’arte adottavano le immagini collegate alle marche di prodotti di uso quotidiano – come le spugnette per stoviglie Brillo, le bottiglie di Coca Cola e le lattine di zuppa Campbell – era anche ispirato dal contenuto del carrello della spesa dell’americano medio.

Il classico design rosso, nero e bianco della zuppa immortalata da Warhol, stampato ripetutamente sul Souper Dress, ha creato così un capo di moda che non passava inosservato. Le signore venivano incentivate a indossarlo e buttarlo via quando non avessero più voluto usarlo. Pertanto non si sa quanti di questi vestiti esistano ancora. L’interesse per questi oggetti effimeri è cresciuto nel corso degli ultimi cinquant’anni ed esempi dello stesso genere si possono oggi ammirare in alcune delle collezioni d’arte più importanti del mondo, come quella del Metropolitan Museum di New York, e nelle mostre dedicate al movimento della Pop Art.

Purtroppo l’articolo è stato danneggiato durante l’esposizione e non ha potuto essere riparato secondo i desideri del prestatore. Il sinistro è stato liquidato completamente come perdita totale. Ora l’abito fa parte della collezione AXA ART di opere danneggiate ed è esposto nei nostri uffici di Londra.

Danno al Souper Dress Della Campbell (Ora Esposto Presso AXA ART Londra)

Come possiamo aiutarti?